Blog della Dott.ssa Valeria Rubino - psicoterapeuta palermo, Via Napoli 50

Distimia

Distimia

Le lacrime che scorrono nel silenzio e nella distanza sono le più dolenti, sono fatte di segreti, di rimpianti, di errori e di amori amari! Claudio Visconti De Padua

Possiamo definire la distimia come una depressione cronica più lieve nei sintomi rispetto alla depressione maggiore ma prolungata nel tempo. La distimia si riscontra più frequentemente nella fascia di età che va dai 18 ai 45 anni e spesso sopraggiunge dopo uno o più episodi di depressione maggiore. Spesso la distimia caratterizza le fasi di passaggio tra due episodi depressivi maggiori.

Chi soffre di distimia soffre da almeno due anni di alcuni sintomi depressivi presenti quasi tutti i giorni, la maggior parte del giorno. I sintomi possono essere

  • insonnia o ipersonnia ;
  • scarso appetito o iperfagia;
  • difficoltà di concentrazione e di prendere decisioni;
  • affaticabilità; bassa autostima, sentimenti di insicurezza, inadeguatezza, inefficienza, autosvalutazione;
  • sconforto, tristezza, disperazione, pessimismo.

Si tratta quindi degli stessi sintomi della depressione clinica ma molto più attenuati e prolungati nel tempo.

Il soggetto distimico pensa che il suo malessere sia parte del suo carattere e che dunque non ci si possa fare nulla. Anche i suoi parenti e gli amici ritengono che sia un “inguaribile pessimista”. Spesso infatti il riconoscimento e la diagnosi del disturbo distimico e quindi la cura possono essere molto tardivi.

Alla distimia possono associarsi altri disturbi: oltre alla depressione maggiore, si possono avere ansia, abuso di sostanze, disturbi alimentari, disturbi di personalità.

In genere la distimia comporta una minore compromissione delle relazioni sociali e delle attività lavorative rispetto alla depressione maggiore ma è molto più persistente nel tempo e comporta comunque sofferenza. In generale avere una distimia non curata può implicare un aumento della vulnerabilità a sviluppare altri disturbi psicologici, primo fra tutti la depressione maggiore.


A cura di
Dott.ssa Valeria Rubino
Psicoterapeuta Psicologo Palermo
Via Napoli, 50


 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. aria-required='true'


+ 9 = dodici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>